Group 25 Created with Sketch.

Chirurgia Generale & Ortopedia

Per le vostre esigenze chirurgiche

CHIRURGIA AMBULATORIALE

La chirurgia ambulatoriale riguarda gli interventi che si definiscono “a bassa complessità”: durante la prestazione, il paziente dispone di spazi dedicati (con area attrezzata per la sorveglianza breve post-operatoria) e durante la permanenza ha la possibilità di consultare il medico e il personale sanitario di assistenza, costantemente.

Si tratta di interventi indolore, di una durata di pochi minuti, dopo i quali si avrà un tempo di attesa post operatorio, dopo il quale il paziente può lasciare la struttura in modo autonomo e tornare alle proprie attività.

CHIRURGIA GENERALE

Visita Specialistica

Che cos’è la visita di chirurgia specialistica? La visita in chirurgia eseguita da un medico specialista ha l’obiettivo di diagnosticare o escludere l’esistenza di patologie per la cui cura sia necessario un intervento chirurgico.

Che cos’è la visita di chirurgia specialistica? La visita in chirurgia eseguita da un medico specialista ha l’obiettivo di diagnosticare o escludere l’esistenza di patologie per la cui cura sia necessario un intervento chirurgico.

A che cosa serve? Si tratta del primo passo verso un eventuale intervento chirurgico. Il paziente arriva alla visita del chirurgo, dopo un incontro con il proprio medico di famiglia, quando si abbia il sospetto di una patologia che richieda un possibile intervento chirurgico, al fine di confermare o di escludere.
Come si svolge la visita di chirurgia generale? Nella prima parte della visita di chirurgia generale il medico procede con un’anamnesi della storia clinica del paziente, prestando particolare attenzione alle sue precedenti malattie, a interventi chirurgici subiti in passato, alla famigliarità verso certe patologie e alle cure farmacologiche in corso. Il tutto in riferimento al problema specifico del paziente, quello indicato dal medico di famiglia. Nella seconda fase della visita si svolge un esame obiettivo. A completamento della visita il medico può disporre la predisposizione futura dell’intervento, qualora abbia certificato l’esistenza della patologia, o può invece escluderne l’esecuzione, nel caso in cui non abbia riscontrato alcun problema di salute.

Specialità chirurgiche

DIAGNOSTICA ECODOPPLER
L’Ecodoppler è un’indagine non invasiva utile per lo studio dell’anatomia e della funzionalità dei vasi sanguigni, arteriosi e venosi, del cuore, degli arti e dei vasi addominali.
ERNIA INGUINALE
L’ernia inguinale è una patologia molto comune, si tratta dell’uscita di un viscere in direzione del canale inguinale. Si tratta di un indebolimento della parete addominale, dovuto ad un eccesso di peso o ad uno sforzo fisico molto intenso, non è da sottovalutare perché potrebbe mettere in percolo la vita del paziente.
ERNIA OMBELICALE
L’ernia è la fuoriuscita di un viscere o di un tessuto dalla sede naturale in cui è contenuto, l’ernia ombelicale è a livello dell’ombelico.
LIPOMA
Il lipoma è un tumore benigno formato da tessuto adiposo. Solitamente si presenta circoscritto e limitato da una capsula. Generalmente si sviluppa nel tessuto adiposo sottocutaneo, ma può comparire anche in altre sedi (mammella, rene, apparato digerente, intestino, articolazioni). Si risolve con un intervento chirurgico ambulatoriale.
CHERATOSI
Nota anche come cheratosi solare, la cheratosi attinica è una lesione precancerosa della pelle che appare soprattutto dopo i 40 anni a causa dell’effetto cumulativo dell’esposizione solare. Le lesioni con cui si manifesta questo disturbo, ricoperte di squame o di croste ruvide al tatto, compaiono generalmente sulle aree del corpo più frequentemente esposte al sole: viso, orecchie, cuoio capelluto, labbra, dorso delle mani, avambracci, spalle e collo.
VERRUCHE
Le verruche sono delle piccole escrescenze cutanee causate da un’infezione virale da Papilloma Virus Umano (HPV); in genere hanno una forma semisferica e un colore variabile che va dal rosa al giallo, dal marroncino al grigiastro.
ANGIOMA
L’angioma è una neoformazione vascolare benigna, ovvero un tumore vascolare, fatto di vasi sanguigni che proliferando disordinatamente formano dei piccoli agglomerati rossi che in genere compaiono sulla pelle come lesioni superficiali (angioma cutaneo). Il termine medico è “neoplasia benigna di origine mesodermica”.

angioma

ORTOPEDIA

Ci occupiamo di:

  • Sindrome del tunnel carpale
  • Dito a scatto
  • Morbo di De Quervain
  • Disti di polso
  • Cisti delle dita
  • Rizoartrosi
  • Morbo di Dupuytren
  • Sindrome di Guyon
  • Sindrome del canale cubitale
  • Fratture dello scafoide carpale
  • Psudoartrosi dello scafoide carpale
  • Fratture del radio e dell’ulna distale
  • Fratture dei metacarpi e delle falangi
  • Interventi correttivi delle deformita’ delle ossa guarite in viziosa
  • Consolidazione del polso, dei metacarpi e delle dita.
  • Riparazione del legamento scafo-lunato
  • Riparazione del complesso legamentoso tfgc ulna-radio
  • Riparazione del legamneto collaterale ulnare del pollice
  • Artrodesi o protesi nella artrosi e nell’ artrite reumatoide delle dita e del polso
  • Sutura dei nervi nella mano e nel polso
  • Sutura dei tendini nella mano e nel polso
  • Sutura delle arterie nella mano e nel polso
  • Interventi di trapianto nervoso o tendineo
  • Resezione della prima filiera del carpo
  • Scafoidectomia e artrodesi dei 4 angoli nelle lesioni inveterate dei legamenti o delle ossa del polso non riparabili ed evolute in artrosi
  • Protesi di polso e di scafoide
  • Artrodesi distale di radio e ulna ovvero sauve’-kapandji
  • Resezione testa ulna, intervento darrach
  • Artrodesi totale di polso

UNITÀ DI CHIRURGIA GENERALE & ORTOPEDIA

CHIRURGIA GENERALE

Progetto senza titolo-3

Dott.ssa Michela Giorgia Brioschi

CHIRURGIA GENERALE